Menu'

Home

Home Page

Contatti

Membri

Lista Membri

Il Tuo Account

Community

Forums

Messaggi Privati

Area Poligono :

Info Armi

Info Balistica

Fai da te

Info Munizioni

Tiro

Primi Passi

Links

Inserisci il Tuo Sito

Siti Amici

Statistiche

Membri del Sito:

2513

Downloads:

13

Cat.Downloads:

2

Topics Forum:

1764


Succ 0 Eventi
Non ci sono eventi disponibili

Anniversari
Compleanni
Dimostrazioni
Feste
Raduni
Riunioni

REGOLIAMO LA TACCA DI MIRA




Una semplice spiegazione per capire come regolare la tacca di mira di un'arma.


La tacca di mira regolabile costituisce uno dei più apprezzabili complementi alle armi da fuoco introdotti dal progresso tecnico. Benché già presente alla fine del secolo scorso solo nei tempi più recenti la sua diffusione è cresciuta enormemente grazie alla miniaturizzazione di molti particolari ed ora non solo le armi da tiro ma anche quelle da difesa sono disponibili con la tacca di mira registrabile micrometricamente in altezza e derivazione.


Salvo sporadiche eccezioni, normalmente la tacca di mira è regolabile "a click" e ad ogni scatto corrisponde un certo spostamento della stessa in uno dei due sensi (orizzontale e verticale). Il problema che si pone in fase di taratura dell’arma è quello di stabilire quale variazione del punto d’impatto del proiettile sul bersaglio corrisponda ad ogni click della tacca di mira: va da sé che se è possibile conoscere questo valore si snelliscono notevolmente le operazioni di collimazione dell’arma. 


Di solito i manuali di istruzioni delle armi destinate al tiro a segno segnalano questo valore; ad esempio nel caso della pistola Hàmmerli 280 ogni click determina uno spostamento del punto d’impatto di 10 millimetri sul bersaglio posto alla distanza di 25 metri. Cosa fare se non si conosce tale dato? Il problema è più facilmente risolvibile di quanto non si creda. In primo luogo occorre determinare lo spostamento della tacca di mira ad ogni click. Se il manuale d’istruzioni dell’arma non fornisce questo dato (certi fabbricanti particolarmente pignoli segnalano tale valore) non resta che misurare lo spostamento stesso con l’ausilio di un calibro o di un micrometro; il "trucco" per ottenere una misurazione accurata consiste nel rilevare lo spostamento della tacca determinato da 10 o 20 click e quindi dividere il dato fornito dallo strumento per 10 o per 20. L’operazione deve essere eseguita sia per lo spostamento in altezza che per quello in derivazione, dato che potrebbero essere diversi. Noto lo spostamento della tacca di mira ad ogni click, la variazione del punto d’impatto del proiettile sul bersaglio ad una certa distanza di tiro è facilmente calcolabile sfruttando una similitudine di triangoli; risparmiamo visto il carattere essenzialmente pratico enunciamo direttamente la semplicissima formula che consente di stabilire la variazione del punto d’impatto del proiettile noto lo spostamento della tacca ad ogni click. SB = (ST x DT) : LM dove SB è lo spostamento sul bersaglio, ST è lo spostamento della tacca ad ogni click, DT è la distanza di tiro e LM è la lunghezza della linea di mira. Per comodità è opportuno indicare tutti questi valori in millimetri. 


Per meglio chiarire si consideri il seguente esempio: ogni click in derivazione della tacca di mira di un revolver sposta la foglietta di 0,2 mm; se la distanza di tiro considerata è di 25 metri e la linea di mira dell’arma è lunga 150 mm, quale variazione del punto d’impatto si ha sul bersaglio ad ogni click della tacca? Ecco la risoluzione: SB = (0,2 x 25.000):150 = 33,3 mm. La bontà della realizzazione della tacca di mira fa sì che ad ogni click corrisponda effettivamente una certa variazione costante del punto d’impatto del proiettile a una distanza di tiro prestabilita. Per verificare se la tacca di mira presenta realmente quelle caratteristiche di precisione che è lecito aspettarsi si procede nel seguente modo. Con l’arma nella taratura iniziale si effettua una rosata di prova; quindi si sposta la tacca, ad esempio. di 10 click verso l’alto e si effettua sullo stesso bersaglio un’altra rosata. A questo punto si riporta la tacca alla taratura iniziale (cioè si riabbassa di 10 click) e si effettua una terza rosata di prova che, se la tacca è realizzata con criteri di precisione, dovrà essere coincidente con la prima. Dopo avere abbassato ulteriormente la tacca di altri 10 click si effettuerà una quarta rosata; la prima e la terza rosata (che sappiamo essere coincidenti) dovrebbero essere equidistanti dalla seconda e dalla quarta. Inoltre tutte e quattro le rosate dovrebbero essere perfettamente allineate in senso verticale. Questo tipo di prova deve essere effettuato utilizzando anche la regolazione in derivazione della tacca e, mutatis mutandis, dovrebbe fornire indicazioni analoghe. Va da sé che è possibile effettuare questo tipo di prova solo con un’arma che sia piuttosto precisa; d’altra parte, se non è precisa l’arma è superfluo che lo sia la regolazione della tacca di mira.


Ma un'ulteriore dilemma attanaglia il tiratore medio: quando la rosta è spostata dal centro di mira in quale dei due sensi dobbiamo spostare la tacca di mira ? Ecco dei semplici disegni che ci aiuteranno a comprendere e risolvere il problema.


 





 


  Seguendo la precedente spiegazione è possibile correggere l'errore contando subito quanti click dovremo dare ma è certamente più semplice correggere l'errore provando a sparare e dando tre o cinque click per volta fino a quando si raggiungerà la precisione voluta.


In particolari armi è possibile spostare anche il mirino per la regolazione del tiro. Questo spostamento però dovrà seguire l'errore per poterlo correggere, cioè: se il colpo va a sinistra anche il mirino andrà spostato a sinistra per correggere l'errore.


Ecco un esempio più chiaro degli errori di tiro e di mira:


1


Attenzione alle scritte sulle tacche regolabili, UP e DOW cioè su e giù, alto e basso: spesso si riferisce allo spostamento della tacca ma in alcuni casi si riferisce allo spostamento del colpo, verso l'alto o verso il basso. Durante la regolazione alla prima prova, spostate la tacca di qualche clic contandolo (ad es: 5 clic) se lo spostamento peggiora il tiro, tornate indietro dei clic che avete dato e invertitene il senso. Lo stesso per R e L cioè destra e sinistra.



1
Ecco una tacca di mira con il suo mirino collimato, il punto in rosso è virtualmente il punto di passaggio del proiettile, sul bersaglio è li che si dovrà verificare il foro.
Ecco spostando il mirino entro la tacca come si sposta il punto d'impatto del proiettile 1

 

1 1 1

      

 

Ecco quindi come correggere, spostando la tacca di mira, una rosata errata e non centrata nel punto mirato.

 

1 Una rosata spostata in alto a destra potrà essere corretta spostando la tacca di mira verso sinistra e in basso 1
1 Una rosata spostata in basso a destra potrà essere corretta spostando la tacca di mira verso sinistra e in alto 1
1 Una rosata spostata in alto a sinistra potrà essere corretta spostando la tacca di mira verso destra e in basso 1
1 Una rosata spostata in basso a sinistra potrà essere corretta spostando la tacca di mira verso destra e in alto 111









Copyright © by A.S.D Campo di tiro Club Orgosolo Tutti i diritti riservati.

Pubblicato su: 2012-09-17 (5672 letture)

[ Indietro ]