Menu'

Home

Home Page

Contatti

Membri

Lista Membri

Il Tuo Account

Community

Forums

Messaggi Privati

Area Poligono :

Info Armi

Info Balistica

Fai da te

Info Munizioni

Tiro

Primi Passi

Links

Inserisci il Tuo Sito

Siti Amici

Statistiche

Membri del Sito:

5158

Downloads:

13

Cat.Downloads:

2

Topics Forum:

1764


Succ 0 Eventi
Non ci sono eventi disponibili

Anniversari
Compleanni
Dimostrazioni
Feste
Raduni
Riunioni

Pulire i bossoli sparati Pulizia dei bossoli e non solo ...
Bossoli



Non siamo mai stati fautori della pulizia dei bossoli se non nei limiti in cui questa non diventa un ossessione, tantomeno abbiamo mai acquistato una vibropulitrice ritenendola inutile per il ricaricatore casalingo, per anni abbiamo sparato sempre gli stessi bossoli e raramente, il sistema per pulirli consisteva semplicemente nello squoterli in un vecchio sacco in stoffa (solitamente una vecchia federa di cuscino) per pochi minuti.


Ma l'occasione fa l'uomo ...... e questa si è presentata quando la Hunter & Sniper ha presentato la nuova graniglia pulente "SUPER HARD MIX" per vibropulitrici. Una certa quantità ci è stata fornita insieme a un thumbler per la pulizia. Ma il nostro dubbio si basava sulla quantità di sporco ormai depositata sui bossoli .... "troppa per qualsiasi pulitrice"si andava mormorando nel gruppo.


 


9mm sparati in una cava e recuperati dopo settimane

Questa foto presenta alcuni dei bossoli usati, anche se non ci si crede io li ho sempre ricaricati anche cosi ... !!


 


L'abitudine a sparare in cave e campagne senza utilizzare un telo su cui far cadere i bossoli sparati, fa si che molti di loro siano recuperati dopo settimane o mesi e se piove .... questo è il risultato (vedi foto sopra), molti di voi sicuramente non sparerebbero nella loro arma cartucce ricaricate con questi bossoli eppure, noi lo abbiamo fatto per anni.


Cosi quasi per sfida Biagio De Santis della Hunter & Sniper ci ha fornito una vibropulitrice e un sacchetto di questa gTumbler Frankford Arsenal raniglia speciale che distribuisce personalmente. Il tumbler o vibropulitore, che credevamo di dimensioni inferiori visto il costo bassissimo, è un Frankford Arsenal, quello con il cestello colore blu per intenderci, capace di contenere fino a 600 bossoli per pistola tutti contemporaneamente. Certo è una bella macchina ma visto quanto deve lavorare la prima domanda è: "quanto consuma ?". Nessun problema AAil suo motore consuma non più di 35 Wath ora, poco più della vostra lampadina del frigorifero o come quella del forno, con una portata del cestello veramente ampia, come detto la Hunter & Sniper che lo distribuisce garantisce la pulizia di bossoli fino a un massimo di 600 pezzi per volta.


Noi ci ritroviamo un bello scatolone di bossoli recuperati in cava, che da mesi (alcuni anche anni), dormono accumulati in un magazzino: chissà questa prova se sarà superata ?


 


A

La scatola di vecchi bossoli 9mm. da tempo in un angolo del magazzino ricariche


 


E' ormai divenuta la sfida del secolo, i nostri bossoli contro tutti quelli che guardandoci dall'alto sfoggiano le loro cartucce luccicanti. Siamo dubbiosi, il tumbler ce la farà ? Siamo folli e ci rifiliamo dentro gran parte del contenuto della scatola senza nemmeno preoccuparmi di quanti ne versiamo. Non resta che inserire la spina (peccato che non ci sia un interruttore come indicato sulla scatola) per avviare la vibropulitrice, comunque la mancanza di un interruttore di accensione è cosa poco fastidiosa e rimediabile usando una ciabatta di quelle usate anche per i computer e che hanno un loro interruttore incorporato.


 


Video

Video del peimo lotto di bossoli provato


ACuriosi di sapere come è finità ? Dopo circa un ora e mezzo abbiamo dato una sbirciatina ed ecco i bossoli come si presentavano (nell'immagine a destra i bossoli prima e qui sotto a sinistra dopo la prima pulizia): certo non era il massimo ma dobbiamo dire che non era trascorso nemmeno metà del tempo che la Aditta indica per questo tipo di bossoli cosi mal ridotti. Per portarli all'antico splendore c'è voluta forse un oretta in più del solito ma questi bossoli erano proprio fuori da ogni norma, ecco finalmente dopo cinque ore i bossoli come nuovi e pronti per essere ricaricati.


 


A

Ecco alcuni bossoli in fila mescolati tra puliti e no. La differenza si vede a occhio nudo.


 


La prova con bossoli disinnescati però era d'obbligo anche se superata la precedente ogni altra Asarebbe stata gioco da ragazzi. Per pulire bossoli normalmente sporchi, quelli per intenderci che usiamo solitamente e in luoghi come poligoni o campi di tiro non servono tante ore di lavoro, ma sono sufficienti dalle 2 alle 3 ore di immAersione nella graniglia speciale (e qualche volta anche meno), della Hunter & Sniper di Biagio DeSantis, il titolare dell'Azienda specializzata in attrezzature per i tiratotori che vende anche on-line, con sede a Sant'Omero in provincia di Teramo, la graniglia è composta di due differenti grani mescolati tra loro che producono un effetto pulente più approfondito e rapido delle solite graniglie pulenti usate fino ad oggi, nella foto infatti si notano i grani più grossi con capacità abrasiva elevata e i più fini capaci di arrivare negli angoli più nascosti del bossolo e Aasportare ogni impurità oltre che a lucidare finemente le pareti ripulite. Nelle due foto (cliccare su di loro per vederle a grandezza naturale), abbiamo ripreso i due tipi di grani, sembrano in tutto e per tutto due tipiche polveri infumo usate nelle nostre munizioni ........


Era venuto il momento di eseguire una seconda prova, questa volta con bossoli più grossi e allora ecco pronti dei 7x65R usati a caccia in questi anni e mai ripuliti, sempre ricaricati (almeno una decina di volte) e tenuti nella cartuccera per tutti i mesi venatori. Il solo problema è che non ne abbiamo nessuno scarico ma solo 60 e già caricati: che fare ? Li abbiamo buttati tutti nella vibropulitrice, del resto dovevo pur provare ...


(Secondo le Ditte specializzate questo non si deve mai fare, la polvere all'interno sembra possa spezzarsi e la sua velocità di combustione variare con grave pericolo), comunque noi abbiamo rischiato ugualmente.


AEcco i bossoli e la graniglia pronti, in questo caso è bastato lasciarli un po' lavorare ( anche per il problema sopra riportato delle cartucce cariche immesse in un thumbler) e il risultato è stato perfetto anche se Biagio consiglia (in caso di bossoli vuoti) di lasciarli ancora per dargli una lucidità superficiale "finita". Ma ecco il risultato nella foto qui sotto, dove si possono confrontare le cartucce originali della RWS acquistate lo scorso inverno con quelle ricaricate alcuni anni or sono e appena passate nella vibropulitrice con la graniglia speciale. Questo è solo un esempio sperimentale, se potete evitate di pulire le cartucce dopo averle ricaricate, ma fatelo prima, pulendo i bossoli vuoti e disinnescati. Per chi odia poi togliere i granelli incastrati nella sede dell'innesco, è meglio lasciare il vecchio innesco e disinnescare i bossoli dopo la loro pulizia.


A

Cartucce originali a sinistra e lucidate con la graniglia a destra.


 


Ma non basta la prova deve andare avanti, trovati finalmente dei bossoli vecchissimi del 7mm. Exp. Rem. che usavamo circa 15 anni or sono in una vecchia Remington, (questa volta già ricalibrati e disinnescati ma scarichi).


AAEcco qui a sinistra i bossoli prima di entrare nel tumbler ed essere sottoposti alla pulizia (questa volta completa), il tempo di permanenza è stato all'incirca di tre ore, questa volta abbiamo lasciato lavorare il tutto in cantina. Infatti il rumore se pur in casa poteva apparire fastidioso, in realtà in cantina dopo aver chiuso la porta non era percepibile e laA vibropulitrice poteva lavorare anche in orari notturni senza infastidire il vicinato, per chi vive in un condominio è un fattore molto importante, se poi applicate ad essa una di quelle prese temporizzate potete lasciarla tranquillamente in funzione, all'orario prestabilito la presa provvederà a togliere corrente e il thumbler si fermerà. Finalmente ecco i nostri bossoli (qui nell'immagine a destra) pronti per essere ricaricati, nel nostro caso in realtà finiranno nuovamente nel vecchio scatolone.


La pulizia appare perfetta anche ad uno sguardo più attento, mentre i grani più grossi hanno asportato le incrostazioni più dure, la graniglia più fine si è "intrufolata" in ogni dove ripulendo e lucidando l'intero bossolo.


 


AAAAA


 


Fino qui tutto bene, non c'è che dire i risultati sono stati esaltanti e le prove superate a pieni voti, ma se i bossoli sono nikelati ? Nessun problema, anche questi sono stati ripuliti alla perfezione.


Nelle foto qui sotto da sinistra, le munizioni come di solito si presentavano una volta ricaricate, al centro come ora sono dopo aver ripulito i bossoli perima del ricaricamento. A destra, una sede innesco pulita.


1A2A3A


Chiunque provveda alla pulizia di munizioni già cariche, deve sapere che è una modalità sconsigliata dalla casa produttrice, comunque questa operazione deve essere fatta solo da personale esperto e per brevissimi periodi. Il nostro è stato solo un esperimento per dimostrare la bontà dell'attrezzatura.


I bossoli sono stati lucidati completamente (2), compresi i bossoli nikelati a dimostrazione dell'ottimo metodo lavorativo dell'attrezzatura non vi è stato asporto di materiale visibile anche ad un attento controllo, garantendo l'uso di questo sistema anche per centinaia di pulizie. I bossoli più puliti possono essere "rilucidati" lasciandoli poche decine di minuti a lavorare nel thumbler, mentre per bossoli più sporchi il tempo aumenterà in rapporto al grado di sporcizia depositato sul metallo.




ANoi però non ci arrendiamo e abbiamo voluto andare oltre, facciamo vedere queste cartucce per canna liscia, abbandonate in una cartuccera, una di quelle di cuoio che quando piove diventa pesante come il piombo, ma non solo, se il cacciatore suda solo un poco, tutto il sudore finisce per essere assorbito, come AAuna spugna dalla cartuccera portata all'altezza del ventre. Qui c'è voluta un po' più di buona volontà, circa due ore e mezzo di lavoro ed ecco il risultato (immagine a sinistra), eliminazione completa dell'ossidatura se pur in parte si sono anche cancellate alcune scritte sulle plastiche, mentre la cartuccia in cartone (quella rossa) è perfettamente pulita, denotando solo una minor lucidità della carta causata dallo sfregamento delle particelle su di essa. Questo lavoro svolto su cartucce cariche, come detto, non deve essere eseguito, noi lo abbiamo fatto per pura prova e per dimostrazione, il ricaricatore deve sempre usare bossoli vuoti.


Cosa si può chiedere di più a tanta capacità lucidante e detergente direte voi: be' di prove ne abbiamo fatte ancora, ecco le cartucce del 12" peggiori dopo questa stagione di caccia (foto a sinistra) dopo una rapida passata nel tumbler (foto a destra).


A


AE che dire di tutte quelle cartucce disattivate che tenevamo in una vecchia scatola ? Nere, ossidate e sporche, le tenevamo fuori dalla vista proprio per il loro cattivo stato, dopo qualche ora nella graniglia possono fare bella mostra di loro, ma non solo e questi due portachiavi ? Il primo è un vecchio bossolo marcato S&W nikelato, un ricordo d'un tempo passato e il secondo è un proiettile in argento fuso usando un vecchio cannello per saldare e la pinza del .357 SWC.


AA


 


In questi casi non solo le cartucce hanno riacquistato l'antico splendore ma anche le restanti parti dei portachiavi sono uscite lucide a specchio. E' quindi possibile usare il nostro AA tumbler non solo per l'ottone dei nostri bossoli ma anche per molti altri oggetti che arredano la casa, di qualsiasi materiale metallico. Per ora ci siamo fermati a lucidare questa Aserie di proiettili per tenerli in questa piccola teca o questo proiettile in ferro da 20mm. sezionato ed esposto come sopramobile, dopo averlo ripulito dalla ruggine che lo rendeva impresentabile.










Copyright © by A.S.D Campo di tiro Club Orgosolo Tutti i diritti riservati.

Pubblicato su: 2012-09-16 (3595 letture)

[ Indietro ]